lunedì 16 maggio 2011

Prima il piacere e poi il dovere

Non abbiamo ancora accennato agli obiettivi di una relazione. In uno dei primi post dicevo che molti di noi sono inclini alla realzione, io credo che gli obiettivi delle relazioni possano racchiudersi in due categorie:




  • Puro piacere

  • Interesse


Un caratteristica che li accomuna è il fatto che la relazione diventa forte in base a quanto essa sia sincera e trasparente. Ricordate l'atteggiamento block notes? L'altro deve sentirsi protagonista, dobbiamo guadagnarci la sua fiducia. Questo consentirà di prescindere da quale sia l'interesse. In modo assolutamente trasparente e naturale l'altro si troverà a capire che noi abbiamo piacere a stare con lui, a relazionarci con la sua persona, ma anche che abbiamo degli obiettivi, che vogliamo dare e avere qualcosa dall'interazione.


Ve lo dico da professionista che vende servizi, mi sono trovato parecchie volte a sentire potenziali clienti semplicemente per un caffè perchè ero nella loro città. Siamo passati dalla loro ultima gara ciclistica alle novità dei nostri servizi on line.


In realtà non tutto è così semplice: provate a pensare, ad esempio, quante volte si parla di arrivisti, lecca-qualcosa(aggiungete voi una parte del corpo ;-))...anche loro fanno percepire all'altro che gli interessa, che hanno a cuore la sua realtà...e poi? cosa fa la differenza?



Ci sentiamo presto: Venerdì 20/05/2011

1 commento:

  1. [...] post fa abbiamo parlato di obiettivi. Ogni relazione ha il suo obiettivo, tutti noi sappiamo che è così. Anche solo per il fatto che [...]

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato il tuo segno! Sarà pubblicato al più presto... :)

Si è verificato un errore nel gadget