martedì 22 maggio 2012

Lo zio dell'Uomo Ragno

L'Uomo Ragno compie 50 anni. Fantastico. Mi immagino la festa di compleanno con gli altri supereroi, più o meno tutti coetanei. Una festa per signori attempati, ma che si "tengono" ancora bene. Come i nonni graduati della guerra mondiale nelle case di riposo, che quando arrivano le feste comandate fanno il bagno nell'acqua di colonia e mettono il vestito buono (o il costume, in questo caso).
Ma se The Amazing Spiderman compie mezzo secolo, io vorrei ricordare anche chi lo ha saggiamente affiancato nei suoi primi momenti di vita aracnide: lo zio dell'Uomo Ragno (appunto).
Lo zio Ben propone un sorta di motto al prodigioso nipote "Da un grande potere derivano grandi responsabilità".

Fino a qualche anno fa (non molti, davvero...) mi limitavo a declinare il motto dello zio nella realtà legata a chi effettivamente ha grandi poteri: leader, governanti, politici, imprenditori...i loro poteri oggettivi devono essere utilizzati rendendosi conto delle responsabiltà che comporta il loro ruolo (cosa che capita raramente, purtroppo). 
Ma con l'andare del tempo mi sono reso conto che esistono poteri che sono alla portata di ognuno di noi:
- il potere di sognare 
- il potere di cambiare
- il potere di condividere e coinvolgere
Nel bene e nel male ognuno di questi poteri porta ad assumersi la responsabilità verso se stessi, verso i propri fratelli, verso la comunità.

Ecco perchè credo che relazionarsi e comunicare sia un potere. Chiunque voglia lavorare in team deve assumersi la responsabilità di ciò che comunica, chiunque voglia vendere il proprio servizio deve assumersi la responsabilità di ciò che dice, chiunque voglia "raccontare" la propria azienda deve assumersi la responsabilità delle sue comunicazioni.

Chiunque abbia Qualcosa da dire, deve assumersene la responsabilità. 
In alternativa la "Q" rimane minuscola.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo segno! Sarà pubblicato al più presto... :)

Si è verificato un errore nel gadget